Workflow: cos’è e come progettarlo

Workflow: cos’è e come progettarlo

Dopo aver visto come profilare il database di contatti per organizzare al meglio le attività di Marketing Automation, entriamo nel vivo di questo potente strumento di marketing e vediamo insieme cos’è e come progettare i workflow.

Che cosa sono i workflow e come progettarli

Per workflow si intende l'intero processo che compone una campagna automatica. L'avvio delle campagne dipende dalla soddisfazione di determinate condizioni che vengono stabilite in anticipo. Sono tipici esempi di queste azioni l'iscrizione alla newsletter o l'abbandono del carrello in un ecommerce. Avendo profilato il database e avendo scelto le azioni trigger, si disegna il workflow stabilendo i modi e i tempi con i quali saranno inviate le comunicazioni ai contatti. Le componenti del workflow sono essenzialmente quattro: le condizioni richieste per l'avvio delle comunicazioni automatiche, i tempi per l'invio, i messaggi pensati per attivare o riattivare prospect e lead e, infine, i riceventi. A seconda delle esigenze dell'azienda, i workflow possono essere più o meno complessi e possono prevedere l'invio di una sola comunicazione o di più comunicazioni successive, sulla base del modo in cui i singoli contatti hanno reagito al primo messaggio. Un esempio di comunicazione che richiede un solo messaggio è il workflow per augurare buon compleanno ai membri del database. Una volta che si ha a disposizione la data di nascita dell'iscritto al database, si può impostare l'invio in automatico da parte del software di Marketing Automation di un messaggio di auguri.

Condizioni d'ingresso in una campagna

Azioni disponibili in un Workflow

L'importanza di impostare correttamente i workflow

I workflow sono il cuore di ogni attività di Marketing Automation. Rappresentano infatti il modo in cui si snodano le comunicazioni automatizzate e dalla loro corretta impostazione dipende il successo delle campagne. Definire i propri obiettivi e conoscere nel dettaglio le abitudini e i desideri dei propri contatti è importante per creare flussi di email il più possibile personalizzati ed efficaci. Lo scopo ultimo di ogni attività di Marketing Automation è quello di incrementare le vendite e il coinvolgimento dei contatti. Questo risultato si può raggiungere solo predisponendo flussi ben strutturati e processi che seguono i clienti attuali e quelli potenziali in ogni fase del proprio customer journey. Una volta impostati i workflow questi non vanno dimenticati. Per avere campagne che portano risultati è importante monitorare costantemente l'efficacia dei flussi attivi. Altrettanto importante è organizzare periodicamente degli A/B test che aiutino a perfezionare le comunicazioni e scegliere la combinazione di tempi, modi e sistemi che permette di ottenere risultati sempre migliori.

Esempio di Workflow

Report di una campagna


Con BrainLead organizzare e ottimizzare i workflow per la tua attività di Marketing Automation è semplice e intuitivo.
Richiedi una demo gratuita per provare tutte le funzionalità che possono aiutarti a ottenere più clienti e più vendite.


Condividi su:

Approfondimenti

Hai domande, cerchi informazioni? Scrivici compilando il form: sarai ricontattato dal nostro team.