5 consigli per le tue email automatiche

5 consigli per le tue email automatiche

Siamo giunti al decimo e ultimo appuntamento con la nostra rubrica "Marketing Automation in pratica". Nelle scorse settimane abbiamo visto come profilare i contatti presenti nel database e come impostare i workflow più frequenti, mentre nell'ultimo post abbiamo discusso di cinque errori classici commessi da chi inizia a fare Marketing Automation. Per chiudere con una nota positiva, oggi ti diamo cinque consigli che potranno tornarti utili per ottenere il massimo dalle tue email automatiche.

1) Invia messaggi rilevanti ai tuoi contatti

Profila con attenzione il tuo database e cerca di ottenere quante più informazioni possibili sui gusti e sulle preferenze dei tuoi contatti. Solo in questo modo sarai in grado di creare dei messaggi davvero rilevanti per loro, messaggi ai quali non sapranno resistere.

2) Cura l'oggetto e l'aspetto delle tue email

L'oggetto è il primo elemento che salta all'occhio del contatto a cui invii un'email automatica. Un oggetto debole, banale o impersonale non invoglia le persone a fare clic e a leggere l'intero contenuto. Presta molta attenzione a questa parte del messaggio e fai dei test per capire quale tono e quali parole danno i migliori risultati in termini di tasso di apertura. Anche l'aspetto delle tue email automatiche va curato con grande attenzione. Il design deve essere chiaro, coerente con l'immagine dell'azienda e deve mostrare subito il vantaggio per il lettore.

3) Rendi le tue email chiare e facili da leggere in ogni contesto

Quando dai una struttura alla grafica e ai contenuti delle tue email pensa a come saranno lette. A seconda del settore in cui operi e delle persone a cui ti rivolgi le percentuali di persone che leggono i messaggi da un computer o da un desktop sarà molto diversa. Fai in modo che lo stesso messaggio sia chiaro e leggibile in ogni contesto, sugli schermi più grandi e su quelli più piccoli e che, anche se viene letto di fretta, sia evidente ciò che stai offrendo.

4) Sfrutta al massimo le chiamate all'azione

Molta dell'efficacia delle tue email passa dalla chiamata all'azione che scegli per spingere il lettore al clic. In questo senso sono quattro gli aspetti sui quali devi concentrarti: il colore, che dovrebbe essere evidente e distinguersi in modo netto dal resto del messaggio; il testo, persuasivo e personale; la dimensione, adeguata per essere ben visibile su ogni tipo di schermo; la posizione, studiata per massimizzare i clic.

5) Fai test, misura i risultati e ottimizza i tuoi messaggi

Per ottenere risultati sempre migliori testa l'efficacia degli oggetti, dei messaggi e delle call to action. Organizza periodicamente degli A/B test e adatta i tuoi messaggi ai dati che hai raccolto. Testare e ottimizzare sono due parole chiave da tenere sempre a mente per ricavare il massimo dalle attività di Marketing Automation.


Prova le funzionalità della piattaforma di Marketing Automation sviluppata da BrainLead: richiedi una demo gratuita e progetta le tue prime campagne automatiche!


Condividi su:

Approfondimenti

Hai domande, cerchi informazioni? Scrivici compilando il form: sarai ricontattato dal nostro team.